Origini e storia

Tracce delle prime linee di sangue del pastore tedesco sono presenti in Germania già nel 1600, ma la selezione vera e propria venne iniziata nel 1880 da Max von Stephaniz il quale effettuò una serie di incroci tra i cani pastori della Turingia, del Wurttemberg e della Sassonia, fissando le sue caratteristiche morfologiche.

Gli incroci permisero di creare dei lineamenti ben precisi che portarono ben presto il suo creatore e gli amanti del Pastore Tedesco a creare un’associazione la Verein Fur Deutsche Scheferhunde, la quale si fece promotrice dello standard che venne riconosciuto nel 1899 e da allora è rimasto invariato. La sua diffusione è stata ben presto ampia ed è tra i cani più amati in famiglia, ma anche impiegati in diverse attività.

Aspetto

Il Pastore Tedesco è il cane che più rispecchia i lineamenti delicati del lupo, con una muscolatura che esprime potenza ed energia. Le orecchie sono erette di media larghezza e con ampia distanza che risaltano su una testa proporzionata alle dimensioni e che risulta essere ampia e lateralmente leggermente ricurva. Il muso è allungato, leggermente appuntito e con un setto nasale diritto, che visto di lato rende i suoi lineamenti eleganti e raffinati, mentre osservato di fonte permette espressioni del viso uniche. Gli occhi sono di media grandezza con un taglio a mandorla di color castano. Il pelo può essere corto e compatto al tatto con la presenza di un folto sotto-pelo. È presente anche una linea di sangue a pelo lungo che è molto folto e parte da dietro le orecchie, sviluppandosi su tutto il corpo in maniera equilibrata.

Il colore del mantello è nero sul dorso e con focature sul marrone chiaro sugli arti e sul petto. Inoltre è presente anche un manto completamente grigio, oppure grigio con focature marroni. Il corpo è ben strutturato con un garrese che nel maschio arriva a 62 cm e nella femmina a 58 cm e per un peso massimo di 40 kg. La sua struttura è inconfondibile. Il petto è ampio, con arti anteriori ben proporzionati e che cadono diritti, mentre il dorso scende leggermente nella parte posteriore con un’angolatura a 45° e che rendono la sua linea energica e scattante. La coda è di media lunghezza, folta e con l’attaccatura bassa, a forma di una sciabola ricurva quando il cane è a riposo, mentre è leggermente sollevata in caso di attenzione.

Carattere

Docile con le persone, affettuoso con i bambini e sempre attento a quello che avviene intorno a lui il Pastore Tedesco è stato considerato come il cane adatto a ogni realtà. La sua spiccata intelligenza lo rende quindi un soggetto sempre pronto a imparare, attivo, energico, allegro, e partecipe a dedicarsi alle lunghe passeggiate e ai giochi.

A volte però è anche cocciuto, complice la sua intelligenza e al contempo la voglia di lavorare, ma anche il carattere forte. È un animale molto coraggioso, sempre pronto a difendere il proprio padrone e ad iniziare una nuova attività.

 

Attitudini

Apprendere e lavorare sono gli aspetti che hanno reso questo cane tra quelli più utilizzati per l’assistenza e per la ricerca. Riesce subito ad associare gli insegnamenti del proprietario, e a questo si aggiunge il carattere forte che gli permette di affrontare senza paura e con coraggio ogni nuova esperienza.

È un lavoratore instancabile, un trottatore per eccellenza, capace di percorrere km senza affaticarsi. Anche se è stato sviluppato per il lavoro, si adatta perfettamente a vivere in famiglia ed è perfetto per la compagnia e per i bambini.

Vai alla barra degli strumenti